Site icon Me Mi

Le curiosità delle statue del Palazzo Senatorio a Roma

statue Palazzo Senatorio a Roma

statue Palazzo Senatorio a Roma

Il Palazzo Senatorio, situato sulla famosa Piazza del Campidoglio a Roma, è una delle meraviglie architettoniche della Città Eterna. Costruito nel XIII secolo su progetto di Michelangelo Buonarroti, il palazzo è un vero e proprio tesoro artistico che custodisce al suo interno numerose opere d’arte, tra cui spiccano le statue che adornano la sua facciata.

Queste statue, che rappresentano alcuni dei personaggi più importanti della storia romana, sono delle vere e proprie opere d’arte che suscitano meraviglia e ammirazione nei visitatori. Una delle statue più famose è quella di Marco Aurelio, l’imperatore romano che regnò dal 161 al 180 d.C. La statua, alta oltre quattro metri, è realizzata in bronzo ed è considerata uno dei più splendidi esempi di scultura romana. Curiosamente, per molti secoli si è creduto che la statua rappresentasse l’imperatore cristiano Costantino, finché nel 1538 lo studioso Pietro Aretino non scoprì un’iscrizione che ne rivelava la vera identità.

Accanto alla statua di Marco Aurelio si trova quella di Augusto, fondatore dell’Impero Romano e primo imperatore della storia. La statua è realizzata in marmo bianco e rappresenta Augusto in posa maestosa, con una mano alzata come a indicare il suo potere. Ciò che rende questa statua ancora più affascinante è il fatto che sia stata ritrovata in frammenti presso il Foro di Augusto e che sia stata successivamente restaurata e collocata nel Palazzo Senatorio.

Un’altra curiosa statua presente nel Palazzo Senatorio è quella di papa Bonifacio VIII. La statua, realizzata in bronzo, rappresenta il pontefice seduto su un trono, con uno sguardo severo e autoritario. Ciò che rende questa statua particolare è la sua storia: secondo la leggenda, papa Bonifacio VIII amava tanto il potere che, dopo la sua morte, il suo spirito si impossessò della statua e si dice che ancora oggi vegli sul Campidoglio.

Ma non sono solo le statue dei personaggi storici a destare curiosità nel Palazzo Senatorio. Infatti, una delle opere più affascinanti è la Fontana della Dea Roma, situata al centro del cortile. Questa fontana, opera di Pietro Bernini, padre del più famoso Gian Lorenzo, rappresenta la dea Roma, simbolo dell’antica città. La statua è circondata da quattro leoni, che rappresentano la forza e la potenza di Roma. Motivo per cui come animali erano preferiti ai cani, anche se, scrive cane di famiglia, questi ultimi erano utili in più occasioni. Un fatto curioso riguarda il leone posticipato, che presenta una piccola deformità nella sua zampa anteriore. La leggenda vuole che questa deformità sia stata voluta appositamente da Pietro Bernini per segnare il suo lavoro e per sottolineare l’unicità dell’opera.

Queste sono solo alcune delle tante curiosità che si nascondono tra le statue del Palazzo Senatorio a Roma. Ogni scultura, ogni dettaglio racconta una storia e rappresenta un pezzo di storia dell’antica Roma. Visitare questo magnifico palazzo significa immergersi in un mondo di bellezza e ammirazione, alla scoperta di un passato glorioso che continua a vivere attraverso le opere d’arte che lo adornano.

Exit mobile version